News

NOVITA': collaborazione con Marco Groff

Comunichiamo a tutti i nostri associati l'inizio della preziosa collaborazione con il nostro socio Marco Groff, referente per la legislazione dei disabili per i trasporti in generale.

+Leggi tutto
NUOVA PIATTAFORMA INFORMATICA DEL CUDE



Pochi giorni fa, presso la Biblioteca di Palazzo Chigi, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della nuova piattaforma informatica del CUDE, il Contrassegno Unificato Disabili Europei, ovvero il pass unico, in vigore anche in Italia e valido in tutti i Paesi dell'Unione europea. 

Questa piattaforma consentirà l'accesso delle persone con disabilità munite di contrassegno alle Zone a traffico limitato di tutti i Comuni senza dover comunicare, di volta in volta e con un preavviso di uno o due giorni, l'ingresso nelle singole aree soggette a restrizioni al transito. 

+Leggi tutto

Collocamento mirato al lavoro

Le persone con invalidità pari o superiore al 46% possono accedere ai benefici della Legge 68/99 per l'inserimento nel mondo del lavoro.
Se il verbale riporta la dicitura “invalidità 100% con potenzialità lavorativa abolita e/o quasi abolita” non potrai beneficiare del collocamento al lavoro.

Cosa devo fare per il collocamento mirato?


1. Presenta la domanda alla Medicina Legale dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari che effettua l’accertamento e invia il verbale:
  • alla persona che ha richiesto l’accertamento sanitario (due copie: una in forma integrale e l’altra senza diagnosi, da esibire al Centro per l’Impiego territoriale) 
  • all’Agenzia del Lavoro di Trento che procede con l'iter amministrativo
  • all’Agenzia provinciale per l’Assistenza e la previdenza integrativa di Trento se la percentuale di invalidità è pari o superiore al 74%
  • alle Associazioni di categoria (A.N.M.I.C., E.N.S., U.I.C.) a seguito mandato di rappresentanza 
2. Iscriviti al Centro per l'Impiego territoriale presentando il verbale di accertamento sanitario, privo della diagnosi clinica

3. Sarai convocato a visita medica dalla Commissione Sanitaria che valuterà le mansioni lavorative idonee e rilascerà la relazione conclusiva necessaria per il collocamento mirato

4. Presenta la relazione al Centro per l'Impiego che ti seguirà nel collocamento

Cosa fare se cambiano le condizioni di salute?

Devi presentare richiesta al Centro per l'Impiego territoriale per rivalutare se le mansioni lavorative sono compatibili con le tue condizioni di salute.(*)

Cosa fare se cambia l'organizzazione del lavoro?

Il datore di lavoro presenta richiesta al Centro per l'Impiego territoriale per valutare se l'invalido civile è idoneo alle nuove esigenze dell'azienda. (*)

(*)La verifica delle eventuali modifiche è effettuata dalla Commissione Sanitaria in base all'art. 10, comma 3, della Legge n. 68/99
Gli amici di ANMIC
Associazione italiana di famiglie ADHD Fondazione ISAL Sportabili Predazzo