• "Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre"
  • "Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre"
  • "Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre"
  • "Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre"
  • "Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre"
  • "Ogni persona brilla con luce propria fra tutte le altre"
    

News

ON LINE IL NUOVO NOTIZIARIO DI GIUGNO 2020

Avvisiamo tutti gli utenti che abbiamo messo online il nuovo notiziario dell'Associazione.

Lo potete trovare nella pagina dei nostri notiziari o cliccando qui

+Leggi tutto
Tesseramento 2020

Gentili utenti,

vi ricordiamo che è aperto il Tesseramento per l'anno 2020, saremo a Vostra disposizione per curare i Vostri interessi.

Cliccando sull'immagine si potrà scaricare il modulo utile all'iscrizione.

Le modalità di pagamento possono essere:

  • direttamente in sede Anmic
  • tramite bollettino postale sul conto 17182387
  • tramite bonifico bancario IT 50C083 0401 8040 0000 3080681

Contattaci direttamente in ufficio o al telefono 0461/911469.

 

 

+Leggi tutto

La nostra storia

L’ANMIC è stata fondata nel 1956 da Alvido Lambrilli, che l’ha diretta per oltre 40 anni, “guidando” il nostro Paese verso il superamento dei pregiudizi culturali sull’handicap, la rivendicazione delle pari opportunità e il riconoscimento giuridico degli Invalidi Civili.

 



Alvido Lambrilli nasce a Magliano in Toscana nel 1920. A diciannove anni un incidente stradale lo priva di un arto inferiore. Tecnico ortopedico, grazie al suo talento professionale, riesce a compensare la mutilazione in modo perfetto, tanto da restituirgli la normalità. Alcuni suoi brevetti nel settore dell'ortopedia sono stati venduti negli Stati Uniti.
Nel 1956 fonda l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili (ANMIC), nel 1960 fonda il mensile “TN - Tempi Nuovi”, organo ufficiale dell'associazione, e nel 1980 fonda l'Associazione Italiana Riabilitazione Reinserimento Invalidi (AIRRI). In campo internazionale, per circa un decennio è stato vice Presidente e segretario generale della FITIMIC.
In Italia è stato presidente della Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili (Fand), a cui appartengono: ANMIC, UIC, ENS, UNMS e ANMIL. Molti sono i riconoscimenti conferiti a Lambrilli per l’impegno sociale, tra i quali il premio "Together for Peace".
Nel 1994 il Presidente della Repubblica Scalfaro lo nomina “Commendatore al merito della Repubblica”.
Lambrilli può essere considerato l'uomo che ha portato a termine una vera e propria rivoluzione sociale nel settore della disabilità. Gran parte della legislazione italiana del settore dell'invalidità civile (pensionistica, lavoro, formazione professionale, riabilitazione) è stata elaborata grazie alla sua tenace volontà.
A gennaio 2001 scompare il presidente Lambrilli. “TN-Tempi Nuovi” gli dedica un numero monografico. L'Associazione lo ricorda a Roma con una Commemorazione ufficiale a Palazzo Marini.
Una sua frase riassume il percorso umano e sociale del presidente scomparso:
"Ciò che conta è lasciare un segno, un'opera che rimanga a dimostrare alla gente che si può fare qualcosa di buono anche non essendo nulla"

Gli amici di ANMIC
Associazione italiana di famiglie ADHD Fondazione ISAL Sportabili Predazzo